Dermaroller: la mia opinione

martedì, novembre 21, 2017

Oltre che grande appassionata di natural skincare, da sempre il mio interesse è particolarmente vivo quando si parla di trattamenti speciali , dispositivi, miracoli e magie varie.

Uno di questi, che da anni mi ha incuriosito, ma che fin da subito mi ha creato anche paure e incertezze, è il dermaroller.

dermaroller review

Cos’è il dermaroller

Il dermarolling o micro-needling è un trattamento di medicina estetica esistente da svariati anni ma di cui solo ultimamente , grazie ad un’acuta pubblicità, c’è stata ampia diffusione.

Micro-needling deriva dalla parola needle che letteralmente tradotto significa ago.

Il dispositivo utilizzato infatti per tale trattamento altro non è che un rullo con tanti piccoli aghi, di acciaio chirurgico, da passare sulla pelle con l’intento di creare tante piccole micro lesioni che, per essere riparate , attiveranno un processo di stimolazione della sintesi di collagene ed elastina.  In sostanza, la cute reagisce all’azione traumatica attivando una serie di meccanismi mediante i quali si ristabilisce l’integrità della stessa. Un modo fisiologico, in altri termini, per stimolare la produzione di nuovo collagene.

Gli aghi del dermaroller possono essere di varie dimensioni. Hanno un diametro di 0,25 mm e  una lunghezza  superiore allo  spessore dell’epidermide (0,10- 0,15 mm)  tale da raggiungere gli strati del derma dove avviene  la sintesi di collagene. In genere le lunghezze variano da 0,25 mm a 2 mm. Per un utilizzo domestico l’ago non dovrebbe mai superare 0,75 mm. Gli aghi più lunghi sono assolutamente da utilizzare sotto supervisione medica (anche perchè possono provocare sanguinamento).

Essenziale è la sterilizzazione del dispositivo sia prima del trattamento, sia dopo.

L’entità e la durata della reazione cutanea sono direttamente proporzionali all’intensità dell’evento traumatico. Più gli aghi sono lunghi, più estesa sarà la reazione, e maggiore il tempo di ripresa.

Questo trattamento è ideato e indicato per ridurre rughe e segni di espressione, cicatrici depresse da acne e smagliature.

dermaroller review 1

dermaroller-needle-sizes

61KkeUXHF5L._SL1024_

Foto un po’ raccapricciante di due celebrities che affermano di utilizzare ciclicamente questo trattamento (in ambulatorio):

hollywood-lava-più-bianco

Prezzi e reperibilità

I prezzi spaziano da € 3,00 su Amazon, a € 70 sul sito  Dermaroller.

Ce ne sono veramente tanti. Io l’ho acquistato su Amazon a circa € 9 senza spese di spedizione usufruendo del periodo di prova gratuito offerto da Amazon Prime. E’ questo:

La mia opinione

Sono passati anni dalla prima volta in cui ho visto il dermaroller e mi sono detta “Orrore! Da pazzi!”

Pian piano ho iniziato a documentarmi, vedere video, leggere review, più che altro provenienti dagli States, senza decidermi: per tanto tempo la diffidenza ha prevalso sulla curiosità.

Poi è arrivato un video: quello di Clio.

E’ una ragazza che seguo da anni e per me particolarmente simpatica e brava: mi ha subito convinta a provare.

Così, da li a breve, il mio dermaroller da 0,5 mm, da Amazon è entrato in casa mia, in una scatolina di materiale plastico trasparente sigillata e apparentemente sterile.

Con un po’ di emozione, la sera stessa ho iniziato ad utilizzarlo. Mi sono anche chiusa in bagno affinché né mio marito né soprattutto mia figlia entrassero sul più bello (come sempre succede - quasi ci fosse una specie di allarme nella stanza) e mi dessero della pazza.

Deterso il viso ben benino ed effettuata la preventiva sterilizzazione dell’apparecchio, ho iniziato a poggiarlo sulla pelle scoprendo, con incredulità, che poi così tanto fastidio non lo dava affatto.  Ho avvertito una sorta di dolore leggero solo sul contorno occhi: in quella zona la pelle è più sottile e delicata e, in ogni caso, non era mio intento utilizzarlo lì.

Seguendo le istruzioni, ho iniziato dalla fronte, roteando in senso verticale, orizzontale e obliquo per 4 volte consecutive

dermaroller applicazione

Alla fine del trattamento mi sono ritrovata con la pelle un po’rossa e dolorante, ma non così eccessivamente come mi sarei aspettata.

Basilare è il trattamento cosmetico che si decide di abbinare. Io mi sono affidata a prodotti già provati e di cui ero certa della qualità.

Ho optato per Jalus C10 e, una volta assorbito, Bee Yummy Skin Food, che ha svolto  un’azione disinfiammante, lenitiva e riparatrice. Vi ho già parlato di entrambi qui sul blog qualche tempo fa.

In generale è preferibile utilizzare prodotti a base di acido ialuronico e vitamina c, che dopo tale trattamento, vengono assorbiti meglio dalla pelle.

In alcuni video in rete ho visto utilizzare  cosmetici a base di acidi come il glicolico, lattico… trattandosi di un trattamento già “strong” di per sé, io eviterei di mettere ad ulteriore prova la pelle e opterei per qualcosa di lenitivo e rigenerante che aiuti a ripristinare più in fretta la situazione di equilibrio dell’epidermide già compromessa.

Per non esagerare, ho cominciato il trattamento un paio di volte a settimana, per poi aumentare a tre, e a volte a giorni alterni, incrementando, man mano, anche il numero di movimenti sulla zona : da quattro fino a sette passaggi in senso orizzontale, verticale e obliquo.

Non ho mai avuto il viso particolarmente arrossato, se non quando ho applicato una maggiore pressione.

Risultati

Ho acquistato dermaroller con l’intento di levigare e appianare le cicatrici da acne residue di svariati anni fa, non molto profonde, ma comunque evidenti.

E, a circa due mesi e mezzo di trattamento (da marzo a fine maggio), il risultato è stato evidente.

La mia pelle ha conquistato una trama più uniforme e levigata. Cicatrici notevolmente ridotte e macchiette residue quasi del tutto sparite.

Nessun trattamento mi ha mai dato un risultato così evidente.

Per la prima volta dopo anni, con la stagione calda, ho potuto lasciare la pelle nuda senza vergognarmene, riuscendo addirittura a piacermi.

Non sono riuscita a documentare fotograficamente il tutto ma in rete e su instagram di testimonianze ce ne sono tantissime.

Questa è una foto di una ragazza molto bella, deturpata dall’acne, che ha documentato tutto il suo percorso con il dispositivo, abbinando una serie di prodotti:

banish_myfacestory

Incredibile, vero?

Lo penso anch’io.

Raccomandazioni per l’uso

Ci sono alcune regole da tener presente quando si utilizza dermaroller.

Vi elenco quello che reputo le più importanti:

  • sterilizzare sempre il dispositivo sia prima dell’utilizzo (anche il primo e anche qualora venisse venduto come sterile) che dopo, con acqua ossigenata oppure un disinfettante apposito per ferite;
  • fare sempre asciugare prima di riporre;
  • utilizzare su pelle pulita;
  • in fase di utilizzo, applicare sempre una lieve pressione;
  • controllare che il dispositivo “rolli”/giri perfettamente: in caso contrario potrebbe graffiare/creare ferite;
  • il trattamento va ripetuto a seconda della tipologia di pelle e della capacità di rigenerarsi, non tutti i giorni!
  • non usare su acne attiva e in gravidanza

Controindicazioni e approfondimenti vari

Anche se non se ne parla, c’è qualche aura di mistero ancora da svelare pienamente intorno all’utilizzo di dermaroller.

Parrebbe infatti che si vada sicuramente a stimolare la produzione di collagene, ma che questo collagene sia di tipo I,  fibrotico, cioè quello tipico di un tessuto cicatriziale riparativo e che il “danno” provocato dagli aghetti possa in qualche modo alterare gli scambi metabolici della cute provocando un invecchiamento biologico della stessa. 

Non mi addentro in questa tipologia di constatazioni che solo studi scientifici possono avvalorare.

In ogni caso, proprio ieri mi è capitato di leggere una review su una sauna viso abbastanza costosa che vanta il pregio di stimolare la produzione di collagene…indovinate di che tipo? Proprio di tipo I, come il dermaroller. La trama si infittisce.

D’altra parte è innegabile quanto dermaroller incida in maniera positiva sugli esiti cicatriziali da acne e smagliature, andando a rompere e modificare il tessuto cicatriziale e ricompattando l’epidermide.

Se dovessi tirare io le  conclusioni,  lo utilizzerei proprio per questi casi, e non come mero  anti-age, per il quale mi affiderei ad altre tipologie di trattamento.

Voi siete tentate dal dermaroller? Lo avete già provato?

Vi abbraccio forte.

  • Share:

You Might Also Like

14 commenti

  1. Complimenti per la review è fatta molto bene. Io sono una fanatica Skincare e questo dermaroller inevitabilmente mi ha incuriosito, ma avendo la pelle estremamente delicata e soffrendo di couperose non mi azzardo, ma comunque mi piace essere informata. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie :) Se hai la pelle molto delicata eviterei anch'io, salvo il caso avessi qualche cicatrice da acne. In tal caso lo utilizzerei solo in quelle zone. Un abbraccio e grazie per essere passata.

      Elimina
  2. Ottima recensione chiara e completa! Io ero curioso di provarlo, ma ho auto un po' di paura ed ho lasciato perdere, un po' per il dolore, un po' per le controindicazioni ancora non chiare. Poi ho pensato: se lo uso ora, a 40 anni che faccio XD!? Quindi sto prendendo tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pier! Ho avuto paura anch'io e per parecchio tempo, prima di decidermi a provarlo. Effettivamente mi pare tu abbia già una bella pelle, da quello che posso vedere anche sui social, e io non utilizzerei dermaroller come antietà, ma solo nel caso avessi qualche cicatrice :)

      Elimina
  3. Non vedevo l'ora di leggere questa tua recensione! La curiosità inevitabilmente è aumentata a dismisura :D Grazie mille per questo post e buona giornata

    RispondiElimina
  4. Eccomi <3 bellissima recensione, di quelle obiettive che non nascondono anche le perplessità, come ti ho scritto su facbeook purtroppo io continuo ad avere qualche perplessità perché anche la fase di sterilizzazione, sempre fondamentale, in questo caso in modo particolare, non è facile da fare a casa, inoltre la pelle credo che vada stressata il meno possibile, ma alla fine tu hai visto dei risultati evidenti e quindi posso aggiungere poco, se non appunto da usare con estrema cautela e forse, come dici tu, proprio nei casi che hai decsritto. Bell'articolo Fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Francesca e grazie per essere passata a leggere.
      Condivido tutto. La "sterilizzazione" non sarà mai tale, infatti è improprio chiamarla così...diciamo che si tratta di una sanitizzazione, comunque importantissima quando si vanno ad utilizzare tali dispositivi.
      Un caro abbraccio.

      Elimina
  5. E' una recensione davvero ottima, a partire dalle foto fino alle tue considerazioni.
    Che dire? personalmente non lo userei mai. Ho una pelle talmente reattiva che starei male per giorni. Tuttavia risultati su tante persone con tipologia di pelle differente ce ne sono, per cui proprio non me la sento di demonizzarlo. Ai posteri l'ardua sentenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara. Ovviamente in caso di pelle ultrasensibile, come ho già detto, eviterei, riservandone l'uso solo per segni da acne e smagliature, dove fa piccoli miracoli.
      Un caro abbraccio.

      Elimina
  6. Bella recensione! A me incuriosisce anche se finirei per vivere nella paranoia di non averlo mai sterilizzato abbastanza bene e di essermi riempita la pelle di batteri O__O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^-^ Lo facciamo anche spalmandoci una semplice crema in barattolo ;)
      Un abbraccio!

      Elimina
  7. È davvero da tanto che non leggevo una recensione su blog così attentamente! Concordo, è molto chiara e completa, ma soprattutto mi hai incuriosito molto. Purtroppo anche la mia pelle secondo me è troppo reattiva per provare un prodotto del genere, ma è davvero uno strumento super interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Elisa! Si, su una pelle senza particolari problemi non lo utilizzerei neppure io. Ma sui segni dell'acne è super.
      Un abbraccio

      Elimina

Ogni vostro commento è per me importante.
Grazie di cuore! ♥